Carpe diem per buttarsi in una nuova avventura, homo homini lupus per giustificare il prevaricare sul posto di lavoro; do ut des per richiedere uno scambio di favori. Queste sono solo alcune delle tante locuzioni latine preservate nella lingua italiana e note a chiunque, anche a chi non abbia studi classici alle spalle. Le tante locuzioni, poi, vengono riordinate in ordine alfabetico in molti siti online tra cui ad esempio Homo Laicus, un glossario in cui si trova una serie di frasi latine, tra cui anche repetita iuvant. Details

Nella lingua italiana i nessi QUA, QUE, QUI e QUO sono rari da trovare all’interno, a inizio o a fine parola. Sarà forse per questo che nel gioco in scatola Scarabeo la lettera Q ha il valore più alto? Chi conosce lo svago linguistico tra i più amati da giovani e non, sa che questo richiede di giocare in massimo quattro partecipanti (numero che può aumentare se si prevedono delle squadre) ­per costituire sigle e parole su un tabellone a punteggi. Details