La passione per le auto è quella che accomuna molte persone al giorno d’oggi: dentro di noi, quando vediamo sfrecciare una bella auto, siamo tutti interessati a sapere che modello è, qual è il suo produttore. Fra i marchi che hanno fatto la storia delle auto troviamo indubbiamente la Ferrari, ma anche la Ford. La Ford è, infatti, uno dei marchi storici che da sempre hanno spiccato nel panorama dell’automobile. Oggi ci occupiamo, come avrete ben capito, di auto ed in particolar modo della Ford T Canapa: che cosa si sa su questo veicolo? Chi lo ha progettato?

Se pensiamo alle auto, uno dei marchi che principalmente ci viene in mente è quello della Ford: la Ford infatti si distingue proprio per la sua storia, per ciò che ha fatto nascere e per ciò di cui ha posto le basi. Quando parliamo di fordismo, quando parliamo di Modello T, parliamo di un mattone importante della nostra storia.

Storia

La Ford, infatti, nasce nel 1903 a Dearborn, da dodici investitori fra i quali troviamo il famoso Henry Ford. La casa ben presto si distinse per aver dato vita alla catena di montaggio, che sarà uno degli elementi principali della storia, alla meccanizzazione e per essere i primi operai dotati di un salario mai visto per l’epoca. La Ford è una di quelle realtà sopravvissute al dopoguerra, tanto forte da porre le basi per una nuova industria e per un nuovo concetto di essa.

Ford T Canapa

Quando parliamo di Ford T Canapa, ben pochi sapranno di cosa stiamo parlando: eppure, questo modello di auto ha dato vita alla Ford, come la conosciamo oggi. Quando parliamo di sostenibilità, ci sembra davvero impossibile che auto e green possano andare d’accordo, ma questo invece fu quello che fu il geniale Henry Ford, che ideò la Hemp Body Car nel 1931 e la cui produzione avvenne fino al 1937.

La Hemp Body Car fu la prima auto ad essere costruita di sola canapa: lo scheletro era infatti ottenuto da un materiale plastico in canapa ed era alimentata con carburante ottenuto dai semi della pianta, ossia l’etanolo di canapa.

Ragioni della sua produzione

L’idea di Henry Ford, oggi replicata da numerose case automobilistiche, si legava fermamente a quello che era il contesto storico e culturale dell’epoca. Nel pieno dopoguerra, dopo che quantità di metallo e acciaio erano state utilizzate massivamente per la guerra, l’idea di Ford era quello di sostituire totalmente il materiale con la plastica; inoltre fra queste troviamo anche l’intento di voler aprire le strade ad un commercio sostenibile e all’agricoltura.