Tra tutte le piante officinali presenti in natura, il rosmarino è una delle più amate e utilizzate: fin dai tempi più antichi, infatti, questa pianta è stata usata per gli scopi più vari soprattutto nelle aree del Mediterraneo, la zona dove cresce più spontaneamente.

Dal profumo intenso e dai molteplici benefici, il rosmarino può essere anche coltivato facilmente in casa, è molto utilizzato in campo cosmetico e medicinale e, soprattutto, è ampiamente usato in cucina per arricchire il sapore delle pietanze, soprattutto le carni e i pesci.

Ma non è l’unico modo in cui il rosmarino può essere ingerito: si può preparare, infatti, uno squisito liquore al rosmarino, un derivato del limoncello profumatissimo e delizioso, ideale da essere bevuto dopo i pasti come digestivo.

Preparato sia con le piccole foglie sia con i bellissimi fiori della pianta, questo liquore è molto facile da preparare, e anche molto economico: bastano, infatti, pochi passaggi e pochi ingredienti per preparare una bevanda deliziosa.

Bisogna avere solo la pazienza di aspettare il tempo di posa necessario, fondamentale per la buona riuscita di qualsiasi liquore, e poi avrete il vostro liquore al rosmarino, pronto da essere gustato o regalato ad amici e parenti.

Gli ingredienti necessari

  • 1 l di acquavite
  • 0,5 l di acqua minerale naturale
  • 400 gr di zucchero
  • 80 gr di rosmarino
  • 1 cucchiaio di fiori di rosmarino
  • 1 scorza di limone
  • 1/2 cucchiai di fiori di lavanda essiccati (a scelta)

La preparazione guidata

La preparazione del liquore parte dalla macerazione degli ingredienti base: in un vaso di vetro andate ad inserire il rosmarino, un cucchiaio di fiori della stessa pianta, un litro di acquavite e la scorza di un limone.

A questi potete aggiungere, a piacimento, anche altri fiori o essenze di vostro gradimento: di solito, si usa aggiungere soprattutto la lavanda, in quantità di 1 0 2 cucchiai di fiori essiccati.

A questo punto il vaso con i suoi ingredienti deve rimanere a macerare per 7 giorni in un ambiente completamente buio, avendo cura di andare ogni tanto a mescolare il composto.

Trascorso questo primo tempo di posa, portate in cucina il composto macerato e aggiungete il resto degli ingredienti: sciogliete lo zucchero in mezzo litro di acqua, bollite per 10 minuti e poi lascia raffreddare lo sciroppo.

Una volta freddo, versate il preparato nel vaso con il rosmarino macerato, lasciate riposare il tutto per 2 ore e poi filtrate il liquido, andando a separare quest’ultimo dalle foglie e dai fiori.

Ora è tempo di un secondo periodo di posa: trasferite la bevanda filtrata in una bottiglia e lasciatela riposare per 20 giorni. Al termine di questo tempo, di attesa, il vostro liquore al rosmarino sarà pronto per essere gustato!

Ricordate che, trattandosi di un prodotto fatto in casa e a base di piante officinali, il liquore al rosmarino ha un tempo di conservazione di circa 3 mesi