Tra gli appassionati di fai da te, uno degli hobby che si è diffuso maggiormente negli ultimi anni è il decoupage: si tratta di una tecnica di decorazione che prevede l’utilizzo di ritagli di carte (la parola, infatti, deriva dal verbo francese découper, ritagliare.

Anche se, a prima vista, potrebbe sembrare qualcosa di molto semplice, in realtà il decoupage richiede una certa dose di manualità creativa, di occhi estetico e di pazienza, soprattutto se si usa come superficie base il legno.

Allo stesso tempo, basta un po’ di pratica e l’utilizzo degli attrezzi giusti per creare delle opere davvero creative: con il decoupage su legno, infatti, è possibile decorare tutto, da un portagioie a un armadio, e dare così alla casa un tocco romantico e particolare, e deliziosamente shabby chic.

Materiali e tecniche per il decoupage su legno

Non sono molti gli strumenti che servono per divertirsi con il decoupage, ma è importante sceglierli nel modo corretto per ottenere un risultato di alto livello.

Per prima cosa servirà una superficie di legno, e avere a disposizione della carta vetrata per andarla a preparare al meglio. Serve, inoltre, avere a disposizione delle forbici di diverse dimensioni e dalle lame affilate e un taglierino, che serviranno a ritagliare la carta e le decorazioni che abbiamo scelto, e una serie di tempere, pennelli e spugnette per preparare la base.

Per quanto riguarda le immagini, le possibilità sono delle più varie: nei negozi specializzati vengono venduti fogli pronti con disegni e temi pensati appositamente per il decoupage, ma si possono usare anche ritagli di giornali e magazine, carta regalo, fogli disegnati o fotografie stampate su carta.

Altro elemento fondamentale da acquistare è la colla vinilica, che servirà ad attaccare la carta sull’oggetto scelto, e una vernice per la finitura. Da questo punto di vista si hanno diverse opzioni e tecniche in base all’effetto che si vuole ottenere: la vernice ad acqua si asciuga velocemente, è inodore e incolore e solitamente ha un finish lucido, mentre la vernice ad olio impiega molto più tempo ad asciugarsi e lascia un lieve colore ambrato all’oggetto.

Se volete ottenere un effetto antichizzato, potete scegliere per la rifinitura finale una vernice invecchiante, mentre è molto utilizzata nello stile shabby chic la vernice con effetto screpolante o la vernice crackle, che servono a creare piccole crepe per dare all’oggetto un effetto screpolato dal tempo.

Guida e consigli per il decoupage su legno

Una volta procurati tutti gli oggetti necessari, è il momento di passare alla fase creativa e mettersi all’opera: la prima operazione da effettuare è quella di levigare con la carta vetrata la superficie di legno, soprattutto se si tratta di legno grezzo, in modo da togliere qualsiasi tipo di difetto.

Se non si desidera una base color legno, ma si vuole dare una mano di colore, questo è il momento di passare con un pennello la tempera prescelta: attenzione a farla asciugare alla perfezione prima di procedere alla fase di incollaggio della carta.

A questo punto si devono ritagliare con estrema attenzione le figure: è consigliabile provare ad appoggiarle sull’oggetto prima di incollarle, in modo da studiare come si vorranno attaccare e vedere prima se ci soddisfa oppure no.

Una volta soddisfatti della nostra prova, andiamo a prendere le immagini una per volta, applichiamo con un pennello una miscela di colla vinilica e acqua e, con estrema attenzione, facciamo aderire la carta al legno. Questa è la fase più delicata, e proprio evitare la comparsa di bolle d’aria si consiglia di appianare bene la superficie della carta con le mani.

Ora non rimanere che far asciugare perfettamente la colla, e poi andare ad applicare, come ultimo step, la vernice da finitura prescelta, in base all’effetto che si desidera ottenere.