Tra i disturbi più comuni della pelle, è molto frequente poter soffrire di eczemi, micosi o sfoghi cutanei che, se non curati, possono essere potenzialmente pericolosi. In molti di questi casi un medicinale che può essere di grande aiuto è il Travocort, una pomata a base di cortisone che è particolarmente indicata per questo tipo di sfoghi.

Non è una medicina che presenta particolari effetti collaterali o controindicazioni, ma essendo comunque a base di cortisone se ne consiglia l’utilizzo solo quando strettamente necessario e sempre dietro consiglio del proprio medico curante.

Travocort è un farmaco acquistabile solo in farmacia (è vietata la vendita online) e dietro presentazione di ricetta medica, non è mutuabile e costa 14,15€ per una confezione da 20 g.

Che cos’è il Travocort e a cosa serve

Come accennato nell’introduzione, il Travocort è un farmaco utilizzato localmente e che, grazie alla presenza di antimicotico imidazolico ad ampio spettro di azione, è in grado di curare tutta una serie di sfoghi cutanei superficiali, tra cui dermatofizie, candidosi, pitiriasi versicolor.

Inoltre, al suo interno presenta isoconazolo nitrato all’1%, l’antiinfiammatorio corticosteroideo, e diflucortolone valerato allo 0,1%, elementi che lo rendono particolarmente adatto a curare micosi fortemente infiammatorie o eczematose.

Applicabile sia su pelle glabra che su peli, deve essere sempre usato seguendo le indicazioni del medico, ma comunque salvo diversa prescrizione si può anche seguire la posologia del foglietto illustrativo: secondo le regole, Travocort va spalmato sulla zona interessata per 2 volte al giorno fino a quando la manifestazione cutanea non è sparita.

Appena lo sfogo migliora, si consiglia sempre di sospendere questo medicinale e di sostituirlo con un antimicotico semplice o con il solo corticosteroide. Se con il Travocort si ha invece necessità di andare a curare una micosi interdigitale, è bene che l’applicazione avvenga non spalmando direttamente la crema con la mano, ma aiutandosi inserendo tra le dita una compressa di garza imbevuta della medicina.

Controindicazioni e chi può usare il Travocort

In generale, il Travocort non presenta grandi controindicazioni o effetti collaterali: si consiglia di evitarlo se si ha una particolare ipersensibilità ai principi attivi che lo compongono o a uno qualsiasi degli eccipienti, la cui lista è verificabile sulla confezione della pomata.

Inoltre, è meglio evitare di usarlo se, nella zona interessata da trattare, sono presenti lesioni virali (come varicella o herpes), dermatite periorale o particolari reazioni cutanee, per esempio causate da vaccini, ed è bene avere cura di evitare che il preparato venga a contatto con gli occhi.

Travocort può essere utilizzato da tutti, tranne che nelle donne in stato di gravidanza e allattamento, oppure su bambini nella primissima infanzia: in questi casi è meglio rivolgersi al medico per farsi prescrivere un prodotto ugualmente efficace, ma meno invasivo.