È il modello più usato dalle star, e sta spopolando sia come slip sia come parte inferiore del bikini: è la culotte brasiliana, un tipo di mutanda che, con la sua forma particolare, sta bene proprio a tutte e migliora istantaneamente il lato b. Più sottile di una mutanda normale, ma più coprente di un tanga, la culotte brasiliana è un capo versatile, confortevole e femminile in un attimo che aumenterà l’autostima di chi la indossa.

Che cos’è la culotte brasiliana e perché piace tanto

Quando si parla di culotte brasiliana s’intende un modello di slip abbastanza sgambato ma che, a differenza del tanga, ha le natiche solo parzialmente scoperte, anzi vengono fasciate da due lembi di stoffa che le coprono in diagonale per andare a ricongiungersi poco prima del cavallo.

E proprio qui sta il grande segreto del successo della culotte brasiliana: grazie alla sua struttura scopre il lato b, ma non lo fa in modo eccessivo o volgare, anzi andando a formare una sorta di cuore delicatamente sexy. Questa sua forma particolare, inoltre, ha molti pro che la rendono amatissima: prima di tutto riesce a camuffare un sedere piatto donandogli volume, inoltre il taglio dello slip – in particolare se parliamo di costumi – fa sembrare le gambe più lunghe.

La culotte brasiliana è anche la scelta ideale d’intimo da indossare sotto capi aderenti o dal tessuto chiaro: per evitare uno slip troppo coprente o se non ci si sente a proprio agio con il perizoma, la brasiliana è proprio l’ideale perché è la perfetta via di mezzo tra i due modelli.

Come scegliere la culotte brasiliana più adatta

Come abbiamo accennato, la culotte brasiliana è un tipo di slip che può valorizzare tutte. Esistono, però, tanti modelli diversi sul mercato, e quindi è giusto compiere un acquisto valutando quali, fra quelli disponibili, esaltano di più il nostro tipo di fisico:

  • Curvy. Se abbiamo un corpo morbido e burroso, la culotte brasiliana perfetta per noi deve essere a vita alta, così da contenere la pancetta.
  • Normale. Una fisicità normopeso, in generale, può portare tutti i modelli di culotte brasiliana senza particolari accorgimenti. L’unico consiglio è di scegliere la vita alta solo se in presenza di una lieve pancetta, altrimenti va benissimo il taglio medio.
  • Magro. Per chi ha un fisico particolarmente magro è preferibile una culotte brasiliana dal taglio di vita basso e particolarmente sgambata: in questo modo si allungherà la figura e il sedere sembrerà più tondo.

Per quanto riguarda la scelta del tessuto, una mutanda come la culotte brasiliana nasce proprio per risultare più particolare e sexy rispetto a uno slip comune: ecco perché spesso i modelli più diffusi sono realizzati in pizzo, raso o seta, pensati proprio per esaltare la femminilità e la sensualità di ogni donna.

Questi modelli sono ideali per le occasioni speciali, mentre per la vita di tutti i giorni esistono i modelli in cotone, sicuramente più pratici e più adatti a essere indossati sotto gli abiti nel quotidiano.  Ultimamente il taglio alla brasiliana sta letteralmente spopolando come parte inferiore dei bikini, proprio perché permette a chi vuole osare un po’ di più di farlo senza risultare volgare.