Nuotare, pedalare, correre, tutto di seguito, senza pausa e senza mai fermarsi: è l’essenza del triathlon, uno sport giovane che sta riscuotendo sempre più successo negli ultimi anni, e che dall’edizione di Sidney 2000 fa parte delle discipline delle Olimpiadi.

Secondo la Federazione Italiana Triathlon in Italia il numero dei tesserati di questo sport ha raggiunto le 23mila unità ma è in costante crescita, e sono sempre di più le persone che si chiedono precisamente in cosa consiste il triathlon e come si può fare per cominciare.

Che cos’è il triathlon

Il triathlon è uno sport di resistenza multidisciplinare, composto quindi da tre discipline che presuppongono un diverso impegno fisico: gli sport inclusi sono nuoto, ciclismo e corsa, da completare in sequenza e senza interruzione, motivo per cui il triathlon non va considerato come la somma di tre sport diversi, ma un vero sport unico e a sé stante.

Per quanto riguarda le origini non si ha esattamente la certezza riguardo alla nascita di questa disciplina, ma la leggenda racconta che sia nato da una scommessa tra un gruppo di amici sulle spiagge delle Hawaii nel 1977: chiedendosi quale fosse la più impegnativa tra la Waikiki Roughwater Swim di 3,8 km, la 112 mile bike race around Oahu e la Honolulu Marathon di 42,195 km, decisero di sfidarsi a praticarle tutte e tre in una gara unica, e fu così nacque il triathlon.

Oggi si possono riconoscere diverse tipologie di gare, divise in base alle lunghezze da percorrere:

  • Il triathlon sprint è la gara più diffusa e veloce, ed è quella ideale per i principianti, e per chi vuole iniziare a gareggiare testando la sua resistenza e le sue prestazioni. In questo caso il percorso prevede 750 metri a nuoto, 20 chilometri in bici e 5 chilometri di corsa.
  • Il triathlon olimpico o classico è la gara le cui distanze sono nei programmi delle Olimpiadi, e richiede un eccellente livello di preparazione. In questo caso il percorso prevede 500 m a nuoto, 40 km in bicicletta e 10km di corsa.
  • Il triathlon Ironman è la gara più difficile e più ambita, ispirata direttamente alla sfida dei fondatori. Prevede 3,8 chilometri a nuoto, 180 km in bici e 42 km di corsa, tutto in sequenza e tutto nello stesso giorno.

Il triathlon è quindi uno sport che richiede un grande allenamento, una forza sia mentale sia fisica e una grande capacità di resistenza. E non solo: per i triatleti questo sport è una vera e propria sfida con se stessi, un’impresa che porta a superare i propri limiti e a sentirsi in armonia con la natura in cui si svolgono le prove.

Come iniziare a praticare triathlon

Chi si vuole approcciare a questo sport prima di tutto deve procurarsi l’attrezzatura necessaria per le tre discipline. Per quanto riguardo il tipo di disciplina, il consiglio per i principianti è di prepararsi per il Triathlon Sprint, quello relativamente più semplice: seguendo un programma di a di allenamento che preveda l’esercizio di ogni attività due volte la settimana, mantenendo un giorno per il recupero, si dovrebbe essere pronti a gareggiare in un tempo che varia dalle quattro alle sei settimane.

Si consiglia sempre di farsi seguire da un personal trainer esperto durante la preparazione, che possa valutare le necessità del corpo e suggerire anche un’alimentazione corretta per gli allenamenti intensi.