Arnoldo Foà è stato un attore, nonché scrittore, doppiatore, regista di teatro particolarmente apprezzato all’interno del panorama italiano. Cresciuto durante il periodo fascista Arnoldo Foà fu costretto ad utilizzare diversi pseudonimi per potersi dedicare alle sue passioni e al proprio lavoro dal teatro, al cinema, al mondo del grande schermo.

Arnoldo Foà: biografia

Arnoldo Foà è stato un grande attore italiano, regista, scrittore, doppiatore e scrittore nato a Ferrara il 24 gennaio 1916 e deceduto a Roma l’11 gennaio 2014. Nonostante le origini della sua famiglia ebraica l’artista si è sempre definito ateo. In giovane età si trasferì a Firenze con i genitori per intraprendere gli studi di economia e commercio ed iscriversi successivamente all’università. All’età di 20 Arnoldo decise di interrompere gli studi per dedicarsi alle proprie passioni in campo recitativo, iscrivendosi al Centro sperimentale di cinematografia.

A seguito della promulgazione delle leggi razziali fasciste, durante il periodo fascista del 1939, Arnoldo Foà fu costretto ad interrompere gli studi in campo recitativo, utilizzando diversi pseudonimi grazie ai quali continuare a lavorare in sostituzione degli attori malati in diverse opere teatrali. Nel 1943 l’attore si trasferì nella città di Napoli, in veste di capo-annunciatore e scrittore del programma radiofonico Radio Alleata radio PWB. Al termine della guerra decise di ritornare a teatro, lavorando in molte compagnie rinomate.

La carriera di attore Arnoldo Foà è stata costellata di numerosi premi e riconoscimenti al fianco di registi e attori di grande calibro. Nel 1957 Foà esordì anche come autore teatrale, mentre in campo cinematografico prese parte ad oltre un centinaio di pellicole. Arnoldo Foà è stato inoltre uno dei volti italiani più celebri in moltissimi sceneggiati televisivi sulle reti della Rai. Oltre al ruolo di attore, scrittore e doppiatore Foà lavorò anche come pittore e disegnatore satirico.

In veste di doppiatore Arnoldo Foà ottenne un grande successo a partire dagli anni Cinquanta, protagonista narrante anche di moltissimi documentari. Tra gli anni ’50 e ’60 Foà incise anche alcune opere poetiche, in veste di doppiatore, su vinile e cd audio negli anni 2000. Nel 1947 l’attore fu inoltre iniziato nella massoneria, con i massimi gradi, eletto consigliere comunale alle elezioni amministrative del 1960 a Roma. L’attore morì a Roma all’ospedale San Filippo Neri in seguito ad una crisi respiratoria. La sua salma è attualmente sepolta all’interno del Cimitero acattolico romano.

Filmografia

Citare tutte le opere di Arnoldo Foà risulta ad oggi quasi impossibile, data la varietà e la versatilità delle sue diverse partecipazioni professionali. Tra i film di maggior successo si ricordano:

Crispino e la comare (1938)
Ettore Fieramosca (1938)
L’orizzonte dipinto (1941)
O sole mio (1945)
Il testimone (1945)
Un giorno nella vita (1946)
Fuga nella tempesta (1947)
Fumeria d’oppio (1947)
La figlia del capitano (1947)
L’eroe della strada (1948)
Il grido della terra (1948)

Yvonne la nuit (1949)
Marechiaro (1949)

Adamo ed Eva (1949)
Il vedovo allegro (1950)
Totò sceicco (1950)

Il leone di Amalfi (1950)
Il brigante Musolino (1950)
Domani è un altro giorno (1950)
I cadetti di Guascogna (1950)
Peppino e Violetta (1950)
Bellezze in bicicletta (1951)
Lorenzaccio (1951)
Verginità (1951)

Il tradimento (1951)
Amore rosso – Marianna Sirca (1952)
Questioni di interesse, episodio di Altri tempi (1952)
Imbarco a mezzanotte (1952)

Processo contro ignoti (1952)
5 poveri in automobile (1952)
Viva il cinema! (1952)
La storia del fornaretto di Venezia (1952)

Lucrezia Borgia (Lucrèce Borgia 1953)
La mano dello straniero (1953)
Ivan, il figlio del diavolo bianco (1953)
Infame accusa (1953)

Viva la rivista! (1953)
Sangue e luci (1954)

Angela (1954)
Il cardinale Lambertini (1954)
Rosso e nero (1954)
Avanzi di galera (1954)

Il vetturale del Moncenisio (1954)
La figlia del forzato (1954)
Chéri-Bibi – il forzato della Guiana (1955)

Totò e Carolina (1955)
Destinazione Piovarolo (1955)
Non c’è amore più grande (1955)

Cantami: Buongiorno Tristezza! (1955)
Difendo il mio amore (1957)
Io, Caterina (1957)

Ho giurato di ucciderti (1958)
Ora X: Gibilterra o morte! (1958)
Pia de’ Tolomei (1958)

La peccatrice del deserto (1959)
La congiura dei Borgia (1959)
Le notti di Lucrezia Borgia (1959)

Cartagine in fiamme (1959)
Gli amanti del deserto (1959)

Salambò (1960)
La sposa bella (1960)
Il capitano del re (1961)

Le canaglie (1961)
Cinque ore in contanti (1961)
Barabba (1962)
Il tiranno di Siracusa (1962)

Le sette folgori di Assur (1962)
Il processo (1962)
Cronache di un convento (1962)

I cento cavalieri (1964)
Oltraggio al pudore (1965)

Il figlio di Cleopatra (1965)
Judith (1966)

Il marinaio del Gibilterra (1967)
L’uomo venuto dal Kremlino (1968)
Borsalino (1969)

Causa di divorzio (1971)
Incensurato provata disonestà carriera assicurata cercasi (1972)
Il sorriso del grande tentatore (1973)
Primo tango a Roma… storia d’amore e d’alchimia (1973)

Il domestico (1974)
L’arbitro (1974)
Il giocattolo (1978)

Cento giorni a Palermo (1984)
L’attenzione (1985)
La puttana del re (1990)
Gioco da vecchi (1995)

Ardena (1997)
Crimine contro crimine (1998)
Asini (1999)
Tutti gli uomini del deficiente (1999)

Calmi cuori appassionati (2001)
Ti voglio bene Eugenio (2002)
Ti spiace se bacio mamma? (2003)
Gente di Roma (2003)

Noi siam nati chissà quando, chissà dove, regia di Andrea Canepari e Francesco Barbieri – documentario (2005)
La febbre (2005)
Lezione di stile (2005)

Antonio guerriero di Dio (2006)
Anime veloci (2006)
Quale amore (2006)
Il 7 e l’8 (2007)
La rabbia (2008)
Legami di sangue (2009)
Le ombre rosse (2009)
Ce n’è per tutti (2009)