Spesso sono motivo di molestie o scocciature durante la giornata: ognuno di noi, almeno una volta nella vita, è stato importunato dall’operatore di turno di un call center pronto ad offrire offerte assurde a prezzi vantaggiosissimi (a detta sua). Tuttavia, nonostante la presenza di numerosissime agenzie moleste o addirittura truffatrici, aprire un call center sembra esser diventata la scelta ideale per numerosi giovani che desiderano avviare un progetto imprenditoriale di piccole o medie dimensioni. Oltre ad essere, quindi, scelta prediletta per i piccoli imprenditori, il call center sembra esser anche il luogo che fornisce il maggior numero di posti di lavoro. Oggi vediamo insieme tutto quel che c’è da sapere sui call center.

Nel corso del tempo il marketing ha subito molti cambiamenti proprio perché le necessità, nonché i mezzi a disposizione, sono inevitabilmente cambiati. Grazie alla nascita di internet le modalità di acquisto sono mutate notevolmente: basta digitare il nome dell’oggetto desiderato su un motore di ricerca e subito ci appaiono decide di offerte. Molti imprenditori, in tempi più recenti, desiderosi di avviare un’attività hanno optato per i call center: questo perché un call center offre un contatto diretto con il cliente che viene messo al corrente dei vantaggi dell’offerta.

La scelta del settore

Proprio perché sempre più agenzie preferiscono utilizzare un call center come veicolo pubblicitario, per un nascente imprenditore è importante scegliere il settore su cui operare. I settori più gettonati sono riguardanti la promozione e la vendita di oggetti o la promozione di servizi, nonché quelli riguardanti la telefonia: dall’operatore che ti aiuta a gestire i servizi attivi sulla tua scheda all’operatore che ti propone il passaggio in un’altra compagnia. Riguardante, appunto, il settore è la scelta che il call center sia di tipo inbound o outbound: un call center inbound non effettua chiamate ma le riceve al fine di rispondere alle domande o di risolvere i problemi del cliente; un call center outbound effettua chiamate al fine di vendere il prodotto.

Competenze

Ovviamente, a seconda del tipo di call center, sono necessarie alcune competenze: necessaria è la buona conoscenza del computer e la capacità di lavorare in gruppo. Requisito fondamentale, tuttavia, è la dialettica: attraverso un linguaggio accattivante e chiaro il potenziale cliente sarà spinto all’acquisto del prodotto. Lavorare in un call center, quindi, è un lavoro molto serio che se affrontato in maniera negativa può esser motivo di stress: proprio per questo motivo il call center da sempre è stato bistrattato da numerosi giovani a causa dei salari bassi e della mole di lavoro eccessiva. Oggi, grazie ai maggiori controlli, il numero di call center che prevedevano condizioni disumane è nettamente diminuito e questa attività è al netto rilancio.