Una delle visite di certo meno amate dai piccini ma molto spesso anche dai grandi è proprio la visita dentistica. Talvolta si ricorre alla visita dal dentista quando ormai il dolore è persistente e probabilmente si deve intervenire su una carie già presente. Sarebbe di certo una buona prassi cercare di andare ogni anno dal dentista magari per intervenire con la pulizia e per effettuare un controllo. Questo può essere anche molto utile per evitare non solo curare eventuali carie ma anche di prevenirle.Ognuno di noi ha una dentatura differente e la tipologia del dente fa purtroppo moltissimo la differenza. Nonostante alcuni si occupino regolarmente della pulizia dei loro denti, questo non è sufficiente. Spesso lo smalto risulta essere particolarmente soggetto agli attacchi acidi e quindi più soggetto alle carie. Viceversa, chi magari ha uno smalto più forte e non soggetto a danneggiamento da carie, ha molto tartaro e quindi si deve sottoporre ad una pulizia annua.

Le carie purtroppo non possono essere evitate in toto ma di certo ci sono metodi preventivi molto efficaci che può mettere in atto il vostro dentista. In questo modo lui può prevenire le carie e proteggere i vostri denti facendovi risparmiare sulle cure dentistiche.

Come proteggere i denti dalle carie

Un buon metodo, oltre alla pulizia corretta e profonda ogni giorno, è quello di “sigillare i denti”.

Fino a qualche anno fa questo metodo non era molto conosciuto e utilizzato dai dentisti che forse non lo ritenevano molto efficace. In realtà sigillare il dente significa non esporlo direttamente alla possibilità di un’eventuale carie e quindi significa proteggerlo. Quando magari lo smalto non è particolarmente forte e tende a macchiarsi è possibile che si debba intervenire. E’ probabile che lo smalto sia soggetto alla formazione di veri e propri solchi profondi che poi daranno vita alla carie.

Moltissimi dentisti, ad oggi, propongono la sigillatura del dente che consiste sostanzialmente nella chiusura del dente al fine di proteggerlo. Prima di effettuare questa sigillatura con il materiale adatto, il dente viene accuratamente pulito, per evitare che rimanga anche solo qualche residuo che possa intaccare lo smalto.

Come funziona la sigillatura

Una volta pulito accuratamente il dente, allora è possibile procedere con la sigillatura. Essa viene fatta con un materiale apposito che va a ricoprire completamente il dente mantenendo la forma originale. In questo modo si riuscirà a preservare lo smalto e soprattutto si eviteranno carie. La sigillatura non è permanente ed è possibile che ogni tre o quattro anni debba essere rifatta. Nonostante questo però è un bel vantaggio sia in termini di dolore che in termini di denaro.

Procedere una tantum con una sigillatura dentale è di certo molto meno dispendioso che procedere con la cura di una carie magari in stato già avanzato che può anche comportare la perdita del dente.