Come prendere decisioni difficili

Prendere decisioni difficili può essere estremamente duro. Quando si tratta di decisioni importanti, che sono fondamentali per indirizzare la propria vita, può essere ancora più complesso. Ma come si prende una decisione importante?

Innanzitutto non è possibile sapere quale si rileverà la decisione giusta, soprattutto se si stanno investendo soldi o tempo. Ma è possibile prendere la decisione più razionale, basandosi su una seri di elementi da calcolare e tenere in considerazione prima della scelta. Ovviamente, lo ribadiamo, nessuna scelta è al 100% garantita perché nessuno può prevedere il futuro e le sue variabili, ma comunque è ben possibile ridurre al minimo il rischio se si compie una scelta abbastanza ponderata e basandosi su elementi ragionevoli.

Vediamo quindi cosa prendere in considerazione prima di fare una scelta difficile. Innanzitutto bisogna avere a mente l’obbiettivo, e l’obbiettivo deve essere ben chiaro. La mente deve sapere che cosa si vuole raggiungere, la meta ideale: se non ci fosse una meta ideale, non si comincerebbe neppure un progetto e quindi non si avrebbe davanti una decisione difficile, no?

Questo è il principio base dal quale partire. In secondo luogo, Non esiste una scelta giusta o sbagliata ma solamente una scelta razionale o meno e sulla base di questo, si hanno maggiori o minori possibilità di successo.

Mettete per iscritto la classica lista dei pro e dei contro, che è davvero importante. Dovete essere del tutto sinceri: state parlando solo con voi stessi. Dovete davvero scrivere le peggiori paure che avete se la scelta dovesse rivelarsi errata e invece i migliori risultati che potrebbe ottenere. Dovete determinare quante probabilità ci sono che la scelta si riveli una catastrofe o un successo. La tecnica è quella dell’avvocato del diavolo: cerca ogni singolo punto che possa farti crollare o che possa mettere dubbio nelle tue idee.

I pro ed i contro devono essere razionali. Del tipo: “Se mollo questo lavoro è possibile trovare quello che davvero amo nell’arco di pochi mesi, posto che ho una famiglia da mantenere?”. Bisogna farsi interrogativi aderenti rispetto alla realtà concreta ed alle proprie possibilità. Specialmente se si tratta di una scelta irreversibile o dalla quale è complesso e dispendioso tornare indietro e quando coinvolge altre persone.

Chiediti sempre il perché: “Perché voglio cambiare lavoro? Perché voglio proseguire a studiare? Perché voglio investire la somma di denaro che ho messo via per dieci anni? E’ il mio sogno?”.

La decisione va valutata con molta calma e in un momento di serenità, assaporandola nel corso delle giornate. Le decisioni prese di fretta possono essere un terno al lotto.

Informati bene su quante possibilità concrete ci sono di realizzare la tua scelta in modo che sia un successo, ma non basarti mai troppo su quanto è avvenuto agli altri.

Infine, prendi la decisione. E mettici tutta l’energia che puoi.