Tyron Woodley è un campione di arti marziali categoria miste nonché attore americano. Scopriamo insieme la sua biografia e quali le sue vittorie.

Tyron Woodley – Biografia

Tyron Woodley nasce a Ferguson negli Stati Uniti il 17 aprile del 1982. Sin da piccolo ha sviluppato una grande passione per lo sport, tanto da inserirsi già dalla scuola nella lotta libera vincendo nel 1999 e nel 2000 con titolo di all american.

Arrivando ad alcuni anni dopo ecco che diventa capitano nella squadra di lotta libera nell’Università del Missouri che ha frequentato vincendo il titolo di Big 12 e poi un secondo posto all’all american NCAA per la seconda volta consecutiva. Vista la sua predisposizione decide di partecipare anche ad un campionato universitario nazionale arrivando secondo. Nel 2009 entra a far parte delle leghe minori per poi firmare il contratto con la Strikeforce vincendo sin dai primissimi incontri.

La prima sconfitta della carriera arriva poi nel 2012 durante un round brutale e viene messo al tappeto per un KO da parte di Marquardt. Nuovamente sulla cresta dell’onda per poi avere un’altra battuta d’arresto voluta dai giudici in gara. Poi a novembre arriva un’altra vittoria e la sua carriera prende il volo grazie al combattimento con il top fighter Koscheck con il riconoscimento abito del Knockout of the Night. Si arriva nel 2014 dove viene consacrato grazie ad una vittoria contro uno dei più forti della divisione: senza dubbio il campione si mostra superiore al livello degli altri e lo mette al tappeto dopo soli due minuti dall’inizio della gara con un record sorprendente.

Continua la sua corsa affrontando McDonald in una sfida non facile me che avrebbe potuto premiarlo vincitore: purtroppo viene dominato in tutti i round ma si rifà ad agosto con il sudcoreano Hyun dopo il KO in un solo minuto. Qui il riconoscimento è importante ovvero Performance of the Night.

Arrivando al 2015 sconfigge il talento Gastelum ma poi i calcoli renali e un blocco intestinali che è stato causato da un peso eccessivo del suo corpo: il campione viene rimosso dalla card. Dopo un fermo di un anno e mezzo ritorna nel 2016 per affrontare nuovi avversari e vince nuovamente rimettendo la firma sul libro dei grandi.

La difesa del titolo arriva a novembre con Thompson ma opta per il takedown e una lotta senza limiti sino alla fine quando il campione non resiste alla sottomissione del suo avversario, tanto che i giudici decidono per una parità rimanendo così con il suo titolo in mano.

Di nuovo una serie di vittorie e poi nel 2019 la sconfitta dopo quattro difese e la perdita del titolo. Oggi è in “depressione” dopo l’ennesima sconfitta del 2020 e un evidente calo della forma fisica di una volta.

Il campione prende parte anche a delle pellicole molto importanti, non da protagonista ma che segnano una alternativa alla sua brillante carriera sportiva come segue:

  • Spider-Man: Homecoming
  • Escape Plan 2 – Ritorno all’inferno