L’ex velocista Maurice Green è vincitore di 5 medaglie d’oro e la sua carriera non si è fermata al solo sport, bensì anche in televisione. Vediamo insieme quale è stata la sua vita e tutte le sue vincite nello sport.

Maurice Greene – Biografia

Maurice Greene nasce a Kansas City il 23 luglio 1974 ed è oggi un ex velocista americano nonché campione olimpico dei 100 metri e Sydney 2000 con 5 medaglie d’oro vinte nei vari campionati mondiali.

Una vita passata dentro lo sport sin da giovane, infatti i suoi primi passi vengono mossi nel Football americano e nel mondo dell’atletica leggera per la quale ha un vero e proprio colpo di fulmine. Arriviamo al 1995 quando a 21 anni prende parte alla sua prima vera gara internazionale nei Mondiali di Göteborg con eliminazione ai quarti di finale. Una delusione dietro l’altra con il fallimento ulteriore dell’ingresso nella squadra olimpica nel 1996 ad Atlanta.

Nel mese di settembre decide di fare una scelta radicale cambiando il suo allenatore e si affida alle mani sapienti di John Smith. Un cambio che gli porta subito un grande successo, infatti nel 1997 partecipa ai Campionati mondiali di Atene vincendo il titolo per i 100 metri:una gara che mette la firma su una carriera molto promettente. A seguito del primo titolo, Greene continua la corsa verso il successo assoluto e riconferma nel 1999 per poi vincere anche nel 2000 e ai mondiali del 2001. Insomma una vera star nel suo campo che non si arrende e non arresta di certo la sua corsa. A queste vittorie bisogna aggiungere anche il record mondiale del 1999 in quel di Atene con un primato di 9″79 sui 100 metri che è andato a migliorare il traguardo di Bailey nel 1996.

Ma non si ferma di certo qui perché negli anni diventa un vero e proprio campione e punto di riferimento per quei giovani che avrebbero voluto essere come lui. Sempre nel 1999 vince i mondiali indoor con una medaglia d’oro nei 60 metri e poi 200 metri e staffetta dei mondiali all’aperto. Non si perde poi un altro oro a Sydney nel 2000.

Ma nel 2002 si nota una battuta d’arresto con alcuni infortuni che svolgono un effetto domino sulla carriera. Infatti proprio quell’anno Montgomery lo sorpassa e gli strappa il record mondiale per un centesimo di secondo: Greene può solo guardare la gara dagli spalti essendo altamente infortunato. I mondiali dell’anno successivo non sono fortunati e uno strappo lo costringe a ritirarsi dalla competizione in corso.

Nel 2004 vince la medaglia di bronzo mentre ai campionati mondiali di Helsinki fa un passo indietro per un nuovo brutto infortunio. Anche il 2007 non è fortunato con l’ennesimo infortunio che segna la sua carriera: per questo motivo annuncia il ritiro nel 2008 durante una conferenza stampa a Pechino.

Greene è stato:

  • Campione nazionale nei 100 metri per 4 volte
  • Campione nazionale dei 200 metri per una volta
  • Campione nazionale indoor per una volta