L’Università degli Studi di Napoli Parthenope offre dei corsi che comprendono l’economia, l’informatica, l’ingegneria, vari corsi di scienze e menagement. Tramite questo istituto si può tenere l’esame per commercialista.

Il bando del 2018

Il bando per l’esame di commercialista del 2018, prevede due sessioni per tenere la prova d’esame: la prima che va dal 23 aprile al 23 maggio 2018, mentre la seconda dal 19 settembre al 19 ottobre del medesimo anno, in esami divisi per sezioni.

Per accedere a questo esame, occorre presentare dei documenti, ovvero:

  • la domanda di ammissione, sulla quale dovrà essere presenta una dichiarazione che attesti di essere in possesso dei titoli d’accesso;
  • la fotocopia fronte/retro di un documento d’identità;
  • una ricevuta originale del versamento delle tasse, ovvero la tassa di ammissione agli esami ed il contributo universitario;
  • un’eventuale domanda di esonero dalla prima prova scritta.

I titoli che occorrono per tenere questo esame, comprendono il diploma di laurea specialistica in economia o in economia aziendale, o un diploma di laurea rilasciato da altre facoltà di economia, che corrispondano ai decreti emanati in  attuazione  dell’articolo 17, comma 95, della legge del 15/05/1997, numero 127.

Si deve tenere presente che questo esame di abilitazione può essere presentata in una sola sede universitaria.

In che cosa consiste la prova d’esame

La prova d’esame comprende tre prove scritte ed una prova orale. La prima prova scritta, comprende materie di ragioneria generale ed applicata, la revisione aziendale, le tecniche bancarie, industriali e professionali, e finanza aziendale.

La seconda prova scritta verte sulle materie di diritto, da quello privato a quello processuale civile, mentre la terza consiste in  un’esercitazione  sulle  materie  previste nella prima prova scritta, ovvero la redazione di atti che siano relativo al contenzioso tributario.

La prova orale ha lo scopo di accertare le conoscenze di ciascun candidato, sia sulle materie delle prove scritte, sia sull’informatica, l’economia politica, la matematica, la statica e la legislazione e deontologia professionale.

Terminati gli esami, la Commissione valuterò i risultati e saranno redatti in ordine alfabetico, e verrà riportato chi è stato abilitato e chi non, compreso il voto complesso, e se ne disporrà l’affissione all’Albo dell’Ufficio Esami di Stato.

Chiunque voglia iscriversi ad una delle sessioni di esame, dovrebbe leggere con attenzione il bando, scaricabile dal sito ufficiale dell’Università, nella sessione “Esami di stato”, insieme ai vari moduli. Sulla medesima sezione si possono anche trovare le sedi delle aule.