Cosa fare quando internet diventa una malattia?

Si parla tanto, al giorno d’oggi, di dipendenze. Anche internet può diventare una dipendenza vera e propria, ma tanti non lo sanno.

Oggi tutti noi usiamo internet: chi per svago, chi per necessità, chi invece lo usa per lavoro. Si tratta di uno strumento davvero molto importante, potremmo anche dire indispensabile, ma ci sono dei casi di abuso in cui internet può diventare una vera e propria malattia, una dipendenza, come una droga o l’alcol. Il problema è veramente serio, anche se dal punto di vista sociale non è percepito con la stessa intensità. Spesso si sottovaluta la dipendenza da internet o si tende a non riconoscerla o ad ammettere un problema.

Quali sono i sintomi della dipendenza da internet?

Secondo l’Associazione Psichiatrica Americana, l’abuso di internet e la conseguente dipendenza ha gli stessi sintomi di altre dipendenze, come astinenza quando non si è in rete, impossibilità di controllarsi nell’uso, perdita di interessi per altri hobbies (si ha in mente solo l’uso del pc), tendenza ad usare internet quando si è di cattivo umore, si mette in pericolo il lavoro, le relazioni umane o di amicizia per usare internet.

I rischi della dipendenza da internet sono la perdita del sonno, ansia, disturbi del sonno, attacchi di panico, perdita del contatto col mondo reale, obesità, difficoltà a scuola o al lavoro, dolori, isolamento.

Secondo gli esperti sono due le fasi che portano alla patologia:

  • fase tossicofilica, che è caratterizzata dall’aumento delle ore di collegamento, perdita di ore di sonno, astinenza.
  • Fase tossicomanica, caratterizzata da compromissione della vita scolastica, lavorativa e sociale.

Uscire dalla dipendenza da internet si può: secondo gli esperti, non serve a nulla chiudere a chiave il pc o eliminarlo, bisogna ristabilire un rapporto normale ed equilibrato con la tecnologia.

Come si tratta la dipendenza da internet?

Bisogna affidarsi ad un esperto che possa mettere in atto le terapie comportamentali e cognitive che possono aiutare a rompere la dipendenza e possano far riscoprire al soggetto la vita normale.

In questa fase limitazioni all’uso di internet sono stabilite dall’esperto ed ovviamente bisogna cercare di seguirle alla lettera, altrimenti il trattamento sarà vano.

Esercizi comportamentali, tecniche di rilassamento e di self management, desensibilizzazione sono tutte tecniche che sono usate dagli esperti per cercare di rompere le catene della dipendenza da internet. Ma prima di tutto, il passo iniziale va fatto dalla persona che ne è affetta, riconoscendo il problema e chiedendo aiuto.