I rimedi contro l’acne

come prendersi cura della pelle colpita da acne

L’acne è un problema molto diffuso, principalmente tra gli adolescenti e questo spesso genera imbarazzo. In questo articolo andiamo a vedere da cosa è causato l’acne e come alleviarlo.

Acne: cos’è e come curarlo

come prendersi cura della pelle colpita da acneL’acne è un’infiammazione di determinate aree della cute causate dall’infezione del sebo. Durante l’adolescenza lo sbalzo di ormoni scatena l’infiammazione di queste aree della pelle e, soprattutto per chi ha la pelle grassa, la comparsa di numerosi brufoli. Essendo l’acne causata spesso da un problema ormonale, anche l’assunzione di medicinali come la pillola possono aumentarne l’insorgenza.

Ovviamente é impossibile evitare che ciò avvenga ma si può tentare di mitigare l’infiammazione o prevenire le cicatrici causate dai brufoli. La prima cosa da fare è avere una corretta alimentazione e bere molto, l’assunzione di cibi pensati aumenta, infatti la comparsa di brufoli. In secondo luogo è importante mantenere la pelle idratata, andate quindi ad applicare nelle aree interessate una crema delicata per pelli grasse.

Se la vostra acne non è particolarmente aggressiva, allora preparate degli impacchi alla camomilla e posizionateli nelle zone arrossate per calmare l’infiammazione. In questo modo avrete sollievo e diminuirete leggermente il fastidio. Se invece la vostra acne è più forte allora vi consiglio di recarvi da un dermatologo e chiedere a lui un rimedio più mirato (probabilmente vi farà assumere antibiotici e vi farà applicate creme contro l’acne ad azione antiinfiammatoria). Attenzione evitate in qualsiasi modo di andare a toccare le zone infiammate e non spremente i brufoli in quanto rischiereste di andare incontro a infezioni peggiori e aumenterete la comparsa di cicatrici.

Per quanto  riguarda i rimedi a introduzione orale, si sono rilevati essere molto utili le tisane a stimolazione immunitaria, quali ad esempio quelle contenenti echinacea, o l’assunzione di cibi come il carciofo o il cardo mariano che alleggeriscono il fegato e hanno azioni depurative e detossinanti.