L’energia elettrica rappresenta una delle voci di spesa più importanti nel bilancio familiare, soprattutto per le famiglie formate da molte persone.

Le famiglie italiane arrivano a spendere cifre importanti nel corso dell’anno e l’elettricità può influire molto sulla somma finale della spesa, motivo per cui sono in tanti a chiedersi come fare per risparmiare sull’energia in casa.

Basta seguire alcuni semplici consigli e fare attenzione alla scelta della promozione da adottare ed al consumo di energia domestica per giungere ad un considerevole risparmio annuale.

Il denaro risparmiato potrà essere messo da parte per formare un fondo di emergenza, oppure potrà essere investito per aumentare le entrate della famiglia e migliorarne la condizione economica.

Scegliere delle offerte su misura

Il primo passo da compiere per limitare i consumi energetici è naturalmente quello di individuare la promozione migliore a cui aderire. Il suggerimento, a questo proposito, è quello di orientarsi verso il mercato libero, caratterizzato da prezzi concorrenziali poiché il costo dell’energia è stabilito direttamente dai fornitori.

Naturalmente, è altrettanto importante poter disporre di tariffe il più possibile personalizzate, così da poter disporre di piani in grado di soddisfare pienamente il proprio fabbisogno energetico.

Consapevole di questa necessità è per esempio Pulsee, che si impegna nel proporre offerte di energia su misura per te per permetterti di disporre di soluzioni perfette per le tue abitudini di consumo, attivando solo i servizi di cui hai davvero bisogno.

Questo fornitore ha anche semplificato la gestione dei pagamenti, rendendo tutto tracciabile tramite app e consentendo la suddivisione della spesa energetica mensile tra più persone, funzione molto utile quando si vive con dei coinquilini e si ha la necessità di dividere correttamente le bollette.

Evitare lo spreco di energia

Un altro valido consiglio per ridurre la spesa totale annuale per quello che riguarda nello specifico l’elettricità è evitare lo spreco di energia.

Andando ad analizzare il consumo giornaliero ci si potrà rendere conto di quali sono le fasce orarie in cui si registra il consumo maggiore e tentare di individuare eventuali fonti di spreco di elettricità.

Dal momento che gli elettrodomestici rappresentano la principale fonte di consumo di elettricità, si consiglia di acquistare elettrodomestici a risparmio energetico: sebbene sul singolo ciclo di attività il risparmio potrebbe sembrare irrisorio, alla fine dell’anno il totale risparmiato sarà notevole.

Lo Stato italiano ha previsto anche dei bonus economici per i cittadini che decideranno di migliorare l’efficienza energetica delle loro abitazioni e che faranno degli investimenti per ridurre l’impatto ambientale delle case. L’acquisto di elettrodomestici a risparmio energetico rientra in questi bonus, il che rende questa spesa vantaggiosa per le famiglie.

Puntare sull’energia verde

Il consumo energetico ha un impatto non solo sul bilancio finanziario delle famiglie, ma anche sul pianeta.

Scegliere di sottoscrivere un contratto di fornitura con un’azienda che eroga energia verde significa ridurre l’impatto ambientale e fare una scelta vantaggiosa sia dal punto di vista della sostenibilità, sia dal punto di vista economico.

Scegliendo il giusto fornitore, infatti, non solo si può risparmiare sull’energia, ma anche assicurarsi di essere davvero green. È infatti importante essere certi che l’elettricità e il gas che si consumano in casa siano ottenuti al 100% da fonti rinnovabili, in modo da essere davvero a impatto zero.

Esistono anche fornitori, come il già citato Pulsee, che oltre a garantire il tracciamento dell’energia consentono persino di calcolare la propria Carbon Footprint e azzerarla, proprio grazie al consumo di energia proveniente solo da fonti rinnovabili.