Il Comune di Sinnai sorge ai piedi del Monte Serpeddì, in Sardegna, nella parte più bassa della regione, con una splendida costa sul Mar Mediterraneo che si unisce al mar canal di Sicilia. Inoltre, Sinnai, è posizionata nella piana di campidano di Cagliari. Il nome deriva dalla lingua protosarda ed identifica alcune piante tipiche di questa località.

In totale gli abitanti tutto l’anno sono 17.000. Ha un’estensione territoriale di 76 chilometri. Il Cap è 09048 e il prefisso telefonico è 070. La casella o cabina telefonica distrettuale ricopre un grande territorio e di conseguenza è normale che spesso lo stesso prefisso vada a interessare altre città.

Attrazioni e turismo nella città di Sinnai

Iniziamo a parlare della bellezza di Sinnai che parte con lo splendido panorama sul golfo degli Angeli e di fronte all’oasi dei sette fratelli.

Il vasto territorio si estende sino al mare. Possiede una porzione della bellissima Torre delle stelle, borgo turistico molto noto della Sardegna. Le spiagge sono dorate e dalla trama sottilissima. Mentre le acque sono di diverse gradazioni di verde e azzurro.

Il turismo naturistico viene concentrato sui paesaggi suggestivi. Da visitare assolutamente è la piana di Sinnai, considerato un polmone verde del territorio. Il parco dei Sette fratelli possiede una foresta stupenda. Inoltre ci sono i boschi di mont’è Paulis, Minniminni e il lago di Corongiu.

Il periodo migliore per visitarla

Siccome parliamo di un turismo naturistico o dedicato al mare, il periodo migliore per visitare Sinnai inizia da maggio a luglio. Ovviamente la scelta di fare delle vacanze in agosto e in settembre propone attrattive e svaghi, ma si perde gran parte della bellezza naturale di questo luogo.

Cultura e artigianato

L’economia di Sinnai si basa sulla tradizione artigiana e agropastorale. Ci sono molte industrie e alcune miniere che ancora operano nel settore. Solo che a prevalere rimane un’economia basata sulla storia sarda. Inoltre il turismo è fondamentale.

Una tradizione artigiana famosissima è quella dell’intreccio del giunco per fare cestini e lavorazioni dell’oro a filigrana. Qui nascono perfino splendidi gioielli che sono addirittura esportati all’estero per l’ottima manualità e manifattura.

Il tessile è poi un altro settore importante. Le stoffe sono molto preziose e lavorate a mano rispettano ancora molto l’antica sartoria. Le sue stoffe sono richieste perfino nell’alta moda.

Per quanto riguarda le produzioni agroalimentari, Sinnai è famosa per la produzione del miele di alta qualità, di prodotti derivanti dagli alveari e dai sapori intensi. Le produzioni vitivinicole e dell’olivicoltura sono di ottima qualità e molto richieste.