Il cartongesso è realizzato in lastre che possono avere lunghezze e spessori diversi, formato da di gesso racchiuso tra due fogli di cartone e presenta delle particolari caratteristiche termiche, di assorbimento della luce, resistenza all’umidità che possono essere migliorate con l’aggiunta di additivi.

Sul mercato esistono quattro tipi di cartongesso:

  • standard: può essere usato per costruire pareti divisorie quando non si hanno particolari esigenze. Se ne possono aumentare le potenzialità termiche inserendo nelle intercapedini della parete del materiale isolante e fissando un doppio strato di lastre;
  • a isolamento acustico: ad alta qualità, in grado di diminuire il rumore acustico degli ambienti circostanti;
  • idrorepellente: ottimo per gli ambienti che presentano umidità come cucina e bagno;
  • ignifugo: è un materiale professionale utilizzato in caso di protezione dal fuoco.

Spessore delle pareti di cartongesso

Una parete di cartongesso ha bisogno di una struttura (telaio) metallica su cui essere fissata. Viene realizzata con un sistema di “costruzione a secco”, ovvero senza impasti di cemento ma solo con tasselli e viti. Presenta una struttura in metallo fissata al pavimento, alle pareti e al tetto; un’intercapedine che può essere riempita da materiale isolante e due lastre di gesso rivestito esterne.

La struttura è composta da profili di metallo in verticale e orizzontale che fungono da guide, all’interno delle quali vengono posti i pannelli di cartongesso. Il profilo guida è disponibile generalmente in tre misure 50×50 mm, 75×50 mm, 100×50 mm.

Lo spessore cambia a seconda della dimensione del struttura metallica, dello spessore e del numero di lastre di cartongesso. Lo spessore minimo di una parete divisoria è di 75 mm se si utilizzano lastre standard da 12,5 mm.

Lo spessore della parete può aumentare se al suo interno devono essere inserite tubature, porte scorrevoli, cavi elettrici. In questo caso è necessario costruire un secondo telaio all’interno dell’intercapedine. Se invece, si volessero costruire forme particolari (curve o archi), occorre utilizzare uno spessore di 6 mm che è più modellabile.

Chi realizza il lavoro,costo e tempistica

La realizzazione di una parete in cartongesso non richiede molto tempo e non occorre avere particolari qualifiche o conoscenze tecniche, basta solamente disporre di una buona manualità e precisione, tanto che può anche essere costruita autonomamente.

Se però, per sicurezza, ci si vuole rivolgere a una ditta di operai specializzata in lavori di muratura, è bene fare attenzione ai materiali utilizzati per la costruzione, che siano in possesso di un progetto dettagliato sul lavoro da compiere, per ridurre al mimino gli imprevisti prima di iniziare i lavori.

Questo materiale può essere considerato adattabile per vari usi e ambienti, per questo economico e facile da lavorare. Il prezzo è calcolato al mq, e deve comprendere: la somma del prezzo dell’attrezzatura metallica, il cartongesso, l’attrezzatura isolante e da ferramenta, lo stucco, e ovviamente la manodopera degli operai nel caso si decida di rivolgersi a una ditta. Ad esempio il costo per una superficie divisoria da 75 mm di spessore è di circa € 30,00 al mq.