Nel 2020, proprio il momento in cui molte persone erano a casa per colpa del lockdown, sono aumentati gli attacchi dei virus. Uno di quelli che è stato più infido è stato il virus della polizia. Esiste sia quello della polizia postale che quello della polizia di Stato.

Un utente che si trova ad avere l’allerta di un “controllo” sul proprio computer, va a accedere o comunque non lo elimina poiché si è convinti che sia un controllo legale.

Tuttavia c’è da dire che questo è un virus che ha solo la dicitura di “polizia” e di conseguenza è destinato a entrare nel vostro computer per rubare dati sensibili, reindirizzare in diversi siti web oppure anche come arma di minaccia.

Nelle denunce e lamentele di molti utenti, alcuni di essi hanno dichiarato che c’era una minaccia di inviare del denaro, dai 30 alle 100 euro, presso un determinato indirizzo mail altrimenti ci sarebbe stato il:

  • Sequestro del computer
  • Denuncia per uso pedopornografico
  • Recupero di foto ose o comunque che erano sul computer che sono foto molto intime
  • Invio di polizia per sanzioni elevate

Le forme di minaccia sono molte, tutte senza senso, ma che comunque allarmano.

I Virus Polizia di Stato e virus polizia postale, malware

Questo malware, oltre ad essere una potente arma di minaccia, è possibile che comunque realmente possono rubare dei dati sensibili. In caso ci sono dei conti correnti, numeri di carte di credito oppure anche password.

Insomma è una spia che ha sia un’azione attiva, cioè che con arma di minaccia, che poi avere una spia passiva, dove c’è un “derubare” di tutto quello che è sul computer.

Quali sono i danni che provocano?

I virus di polizia postale o di stato, oltre a non essere inviati da questi enti, hanno anche diverse problematiche che innescano sul computer. Ad esempio è possibile che si danneggino i processori interni e anche nel pannello di controllo.

Il browser viene poi reimpostato in modo da eliminare i siti soliti che andiamo ad usare, ma che vada poi a reindirizzare in siti che sono altrettanto pericolosi. Insomma sono virus con cui non scherzare.

Come poterli eliminare poiché sono virus malware

Come si eliminano totalmente questi virus polizia postale e virus polizia di stato? Una domanda del tutto lecita che però ha una soluzione facile, anche chi non è esperto li potrà eliminare senza problemi.

Essendo un virus in ransomware, non potrete accedere al vostro sistema interno. Occorre inviare il sistema in modalità provvisoria con rete. Accedete all’account infettato e scaricate oltre a installare il software di rimozione di polizia di stato. Premete poi “scansione” e l’opzione di “ripara le minacce”.