La funzione principale di una scopa a vapore è quella di pulire i pavimenti, diversamente da dalla scopa elettrica grazie alla produzione del vapore che consente di pulire e igienizzare, almeno in via teorica, dovrebbe essere in grado di andare a sostituire la classica ramazza, lo straccio e il secchio.

In confronto alle prime scope a vapore arrivate in commercio oggi abbiamo, fortunatamente, dei prodotti che non solo hanno una struttura molto piccola e discreta ma sono molto maneggevoli e di facilissimo utilizzo.

L’utilizzo di questo elettrodomestico, proprio grazie alla sua praticità e al fatto che può garantire una pulizia molto efficace, sta diventando quasi indispensabile in casa, perché pulire con l’ausilio di una scopa a vapore non solo risulta più comodo ma consente anche di risparmiare tempo in quanto non sarà necessario prima spazzare il pavimento e poi riempire il secchio con i detersivi per passare lo straccio, con la scopa a vapore si fa tutto questo utilizzando un solo strumento.

Come si sceglie la scopa a vapore

Una delle caratteristiche di cui tener conto prima di procedere all’acquisto di una scopa a vapore sicuramente è informarsi sul tipo di materiale con cui è assemblata, perché comperare una scopa a vapore fatta di materiali di qualità e soprattutto resistenti ne garantirà la durata nel tempo.

Un altro fattore da non trascurare e la potenza della gettata del vapore, che non viene data solo dai watt ma anche dai numeri di giri al minuto, quindi più potente sarà la gettata del vapore più efficaci risulteranno la pulizia e l’igienizzazione del pavimento di casa.

Per riuscire ad ottenere una pulizia e un igienizzandone ottimale del pavimento il vapore prodotto dalla scopa come minimo raggiungere una temperatura  di 120 gradi, questo può avvenire se la gettata di vapore risulta essere efficace, quindi bisogna assicurarsi che la pressione abbia una potenza tale da poter garantirla questa efficacia, per questo è bene verificare che la scopa a vapore abbia dei limiti non inferiori ai 3 bar e che possano raggiungere i 5 bar.

Infine bisogna anche assicurarsi della classe energetica di appartenenza dell’elettrodomestico, generalmente lo si trova scritto sulla scatola, per avere un risparmio sulla bolletta della luce acquistare una scopa a vapore Eco sarà sicuramente l’ideale, inoltre per avere un ulteriore risparmio è opportuno controllare anche il tempo che l’elettrodomestico impiega per arrivare in temperatura, per fortuna esistono dei modelli che ci impiegano meno di 20 minuti per essere pronti ad essere utilizzati.

Dove si può utilizzare la scopa a vapore

Una delle caratteristiche delle scope a vapore è che per la pulizia dei pavimenti non è necessario impiegare l’utilizzo dei detersivi, inoltre grazie ai 100 gradi di temperatura che può raggiungere il vapore si riuscirà ad igienizzare a fondo le superfici, con un’efficacia del 99,9% non verrà pulito solo lo sporco ma soprattutto verranno eliminati acari e batteri.

La scopa a vapore può essere utilizzata su superfici come pavimenti laminati, di vinile, sul parquet, sulle comuni piastrelle, sul grès porcellanato, sul marmo e anche sulla pietra.

Uno dei problemi più comuni e che incide, negativamente, sulla qualità della nostra vita è il mal di testa. Il mal di testa può presentarsi sotto diverse forme e non sempre ha una causa comune a scatenarlo. Le cause possono essere molteplici e richiedono soluzioni mirate e specifiche.

Non tutti vogliono affidarsi al farmaco e sono alla continua ricerca di soluzioni naturali o rimedi poco invasivi, per cui sarà nostra premura spiegare in questo articolo come scegliere il miglior rimedio naturale al vostro problema. Innanzitutto occorre individuare la tipologia di mal di testa in base alla localizzazione e l’intensità del dolore, fatto ciò sarà possibile trovare il rimedio adeguato.

Mal di testa comune o cefalea primaria

Se la tua è una cefalea classica la causa potrebbe essere la mancanza di sonno, la disidratazione, la fame o una cattiva digestione e dunque potresti iniziare bevendo dell’acqua, mangiando un boccone e affidandoti ad un buon riposo. È altresì appurato che il buio aiuta ad alleviare il mal di testa poiché alcuni tipi di luce stimolano aree del cervello preposte alle risposte emotive e fisiologiche di ciò che ci circonda.

In nostro aiuto, per facilitare il decorso del dolore, potrebbero accorrere tisane o estratti di piante della famiglia delle asteraceae (camomilla, partenio, assenzio, ecc) che oltrea inibire le molecole infiammatorie ci aiutano a produrre serotonina. Zenzero, olio essenziale di menta e lavanda sortiscono, anche se con modalità differenti, un effetto rilassante e analgesico simile.

Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo è una delle forme più gravi di cefalea con dolore intenso e spesso con attacchi acuti intermittenti in diverse aree del cranio. Tra i fattori scatenanti è stato individuato una disfunzione dell’ipotalamo che regola l’orologio biologico e giustifica, dunque, il perché questo tipo di cefalee siano anche stagionali o periodiche. Tra i rimedi naturali più comuni troviamo caffè e limone che contrastano la vasocostrizione, tipica delle cefalee, favorendo un afflusso di sangue adeguato al cervello. Altri vasodilatatori naturali sortiscono lo stesso effetto alleviando la pressione cranica e di conseguenza il dolore.

Una passeggiata all’aria aperta, in aree verdi e pulite, potrebbe altresì favorire la riduzione del dolore sfruttando il maggior afflusso di sangue e ossigeno alle parti interessate. La cefalea a grappolo non va sottovalutata e se persiste è opportuno consultare un medico che valuterà la gravità del vostro problema.

Cefalee muscolo tensive

Le cefalee muscolo tensive sono in forte aumento nella popolazione e tra queste possiamo elencare i mal di testa provocati da artrosi cervicale, sinusite o tensioni muscolari del trigemino o di altri muscoli facciali e del cranio. Prima di ricorrere a qualsiasi rimedio è opportuno praticare dello stretching per aiutare i muscoli a rilassarsi o a ritornare in una posizione più naturale.

Fatto ciò, massaggiare l’area interessata con estratti di piante antinfiammatorie come l’arnica o l’artiglio del diavolo potrebbe alleviare il tuo dolore e riscaldare i muscoli interessati che lo provocano. Un altro rimedio semplice ed efficace è quello di riscaldare l’area interessata: a tal proposito, ad esempio, si può coprire il collo con un tessuto riscaldato o semplicemente con un bagno o una doccia calda.

Accompagnare queste pratiche con delle tisane rilassanti potrebbe rendere più efficaci questi rimedi e bloccare l’insorgere del problema in futuro. Per la sinusite, ad esempio, è consigliato annusare un panno imbevuto d’aceto o berlo mescolandolo con dell’acqua.

È doveroso precisare che per mal di testa persistenti e continui e sempre meglio rivolgersi al vostro medico per scongiurare la presenza di patologie o problemi gravi.

Acquistare un auto rappresenta la prima delle prerogative di qualsivoglia individuo: un auto, infatti, ci garantisce maggiore indipendenza in quanto ci permette di spostarci in ogni posto con completa autonomia. Essa rappresenta, quindi, il fiore all’occhiello di ogni persona, un gioiellino da custodire caramente dati anche i costi. Per gli amanti delle auto di certo non sarà sfuggita la nuova uscita in casa Audi: l’Audi A5 Sportback. Oggi scopriamo tutto su questa meravigliosa auto: la scheda tecnica e il prezzo dei vari modelli.

Scheda tecnica

La meravigliosa Audi A5 Sportback è disponibile in diverse varianti, fra cui la versione a benzina e quella a diesel. La prima versione presenta motori a benzina a quattro cilindri da 2,0 litri in due livelli di potenza: il primo da 132 kW (180 CV) e il secondo da 155 kW (211 CV). L’Audi A5 Sportback è disponibile anche con motore V6, con motori a benzina da 3,2 litri che sviluppano una potenza massima di 195 kW (265 CV). La sua sorellina dell’Audi A5 Sportback, ossia la sua versione diesel, è disponibile in due classi di potenza la cui versione più piccola sviluppa una potenza massima di 105 kW (143 CV).

Per quanto riguarda l’estetica dell’auto, essa si presenta leggermente più lunga della coupè A5: è un auto dal tipico carattere sportivo che sembra quasi una berlina a 5 porte. Le sue dimensioni sono: quasi 5 metri di lunghezza per quasi 2 metri di larghezza ed un’altezza di circa 1 metro; il bagagliaio ha una capienza di 465 litri ed ha un peso che varia dai 1565 kg ai 1775.

L’auto è omologata per 5 persone ed è molto spaziosa e comoda. Ogni suo particolare, dal divano posteriore al bagagliaio, sempre rifinito e curato in ogni suo dettaglio proprio a sottolineare che l’abitacolo sia stato progettato proprio per soddisfare ogni desiderio del proprietario. L’auto, inoltre, è insonorizzata e vi è anche un climatizzatore di serie automatico. Fra gli optional troviamo i fari Matrix a LED oppure quelli a laser, inoltre è possibile utilizzare anche il proprio smartphone come chiave di accesso.

Il suo prezzo, senza l’aggiunta di optional, parte dai 45.966 euro ed ha un consumo medio di circa 3,7/5,9 litri per 100 km.

Se pensiamo al secolo scorso ci rendiamo conto di quante cose non siano più un sogno irrealizzabile: basti pensare, ad esempio, ad avere un auto. L’auto da sempre è stata simbolo di grande autorità, tenacia, ma soprattutto libertà in grado di permetterci di spostarci in qualsivoglia posto. A contribuire nel dare questo valore simbolico all’auto è proprio il mito delle auto americane, che da sempre hanno rappresentato il modello ideale a cui ispirarsi. Oggi trattiamo proprio di auto americane: ecco la classifica dei migliori modelli.

Details