I Lunch-box sono delle “scatole” con scoparti che si usano per il trasporto del cibo. Le pietanze si possono acquistare direttamente in alcune tavole calde oppure si possono cucinare a casa. Questo è il metodo migliore per poter mangiare sano anche quando si è al lavoro oppure non si ha la possibilità di tornare a casa per cucinare.

Seguire uno stile di vita sano vuol dire mangiare sano. Tutto inizia direttamente dall’alimentazione e perfino seguire una dieta sarà molto più semplice con un Lunch-box.

Le pietanze migliori da mettere in un Lunch-box

Per certi versi il Lunch-box è l’evoluzione della classica “scuffietta” o “cammellino”, cioè i contenitori di latta usati da molti operai che si portavano il cibo da casa per evitare di spendere denaro durante la giornata.

Il nome è Lunch-box più elegante, ma il Lunch-box, all’atto pratico, indica proprio un contenitore che si usa per il trasporto del cibo. Oggi i modelli migliori sono quelli che hanno degli scomparti divisori in modo che si possa avere un pranzo o cena completi.

Quali sono però i cibi che si possono portare? Si consiglia di avere un primo, come la pasta che è un ottimo carboidrato. Un secondo, da dividere in carne oppure un’insalatona, per poi terminare con un dolce o la frutta.

Evitate poi il pesce, almeno che esso non sia fresco come ad esempio il sushi, perché c’è il rischio che il suo sapore venga poi compromesso.

Varia la dieta settimanale

La dieta settimanale indica il cibo che in una settimana mangiamo, ma che deve essere variegato per non avere un organismo che impigrisce e quindi ci fa ingrassare. Mangiare tutti i giorni pasta, non fa bene. Evitare di mangiare frutta o ortaggi comporta un invecchiamento precoce dell’organismo.

Quindi è bene che nel Lunch-box siano presenti deve varietà di alimenti. Il metodo migliore è quello di mangiare la pasta un giorno si e l’altro no. nel giorno “no pasta” potete avere delle insalatone oppure carne con contorno. Sempre da inserire nei giusti scomparti.

In alternativa potete avere anche delle pietanze che sono etniche in modo da non annoiarvi durante il pranzo e poi anche per creare una buona aspettativa per lo stomaco

Lunch-box: non dimenticare la frutta

La frutta in un Lunch-box deve essere intera non fate macedonie che possono colore. Scegliete un frutto, come una mela, è lasciatela intera, magari la potete lavare prima, ma non togliete la buccia. Lo stesso può essere fatto con una banana da dividere a metà, per farla entrare nel suo scomparto, ma che deve avere la buccia per non farla annerire.