Il suo nome è celosia, ma tutti la conosco come Cresta di gallo per la sua incredibile somiglianza con la testa dell’animale: si tratta di una pianta molto diffusa per i suoi fiori coloratissimi e particolarmente scenografici, dalle forme molto geometriche.

Molto utilizzata nei giardini ornamentali, dato che ama i climi mediamente caldi e soleggiati, è perfetta anche per essere coltivata nel prato di casa o in vaso.

Caratteristiche e tipologie di celosia

Appartenente alla famiglia delle Amaranthaceae, la celosia è una pianta ornamentale originaria dell’America del Nord, dell’Africa e di alcune zone dell’Asia, e si caratterizza per un fusto eretto cosparso di foglie grandi, verdi e lucide e, come accennato, da fiori molto appariscenti.

Di solito hanno una disposizione conica e geometrica, si presentano con un aspetto piumoso e hanno dei colori sgargianti – arancione, amaranto, rosso e viola – che cambiano in base alle tipologie: esistono, infatti, oltre 60 specie di Cresta di gallo, di cui le più diffuse nel nostro Paese sono la Celosia argentea cristata, la Celosia argentea plumosa e la Celosia caracas.

La celosia ama il sole e il clima mediamente caldo, mediterraneo: la sua temperatura ideale è di circa 20 gradi, e questo la rende ideale per essere coltivata indoor anche nei mesi più freddi dell’anno. Si sviluppa al meglio in un terreno morbido e ben drenato, meglio ancora se leggermente sabbioso e mescolato con torba, ma in generale è una pianta che non necessita di grande fertilizzazione: è sufficiente del normalissimo compost per assicurarsi una crescita rigogliosa e fiori magnifici.

Se la pianta è coltivata in giardino, nei mesi più piovosi attingerà l’acqua necessaria dalle precipitazione, l’estate invece sarà necessario bagnare il terreno dove cresce, facendo attenzione a non esagerare: troppa acqua (o troppo poca), infatti, potrebbe marcirne le radici.

Come coltivare in vaso la Cresta di gallo

Quasi tutte le varietà di celosia possono essere coltivate anche in vaso, che poi è la modalità più diffusa tra gli appassionati di pollice verde. Per crescere la Cresta di gallo in casa, quindi, come prima cosa è necessario preparare il vaso a dovere: per una crescita sana e forte bisogna adagiare sul fondo prima di tutto un letto di ghiaia e cocci, così che il deflusso dell’acqua sia favorito, e poi il tutto va coperto con un mix di terriccio morbido, torba e compost.

Normalmente la pianta si coltiva per seme, iniziando a seminare in un semenzaio all’inizio della primavera: quando i germogli sbocceranno e raggiungeranno i 5-10 centimetri di altezza sarà il momento di spostare la celosia in vasi singoli.

Seguendo le dovute accortezze elencate in precedenza – innaffiatura modesta, esposizione al sole, eliminazione di erbacce – la pianta crescerà rigogliosa e, già dopo un paio di mesi, dovrebbe essere in grado di far apparire i primi fiori.