Le sneakers sono le scarpe che hanno avuto più successo, un vero must immortale che riesce a dare un tocco in più a ogni look. Tra queste, le regine indiscusse sono le Converse, le scarpe create dall’omonima azienda statunitense a inizio ‘900 e diventate un oggetto immancabile nei guardaroba di giovani, adulti e persino bambini!

Il modello più classico sono le Converse rosse, ma ormai se ne trovano di ogni forma e colore: possono essere in tela o imbottite di lana per l’inverno, alte o basse, a tinta unita o con le fantasie più varie. Insomma, un vero accessorio simbolico, a cui non si può proprio resistere!

Converse: breve storia del brand

Prima di scoprire i molti modi in cui è possibile allacciare le nostre Converse, facciamo un salto indietro nel tempo e andiamo a scoprire qualcosa di più su questo iconico brand. Il nome delle popolarissime scarpe altro non è che il cognome del fondatore dell’azienda, Marquis M. Converse, che nei primi anni del Novecento ha fondato questa compagnia e ha iniziato a produrre le sue scarpe: il primo modello di Converse realizzato era rosso con rifiniture nere, ed ebbe da subito un grande successo soprattutto nel mondo sportivo.

In particolare le All Star, il modello più venduto, attirarono l’attenzione del famoso giocatore di basket Chuck Taylor, che nel 1923 decise di sostenere economicamente l’azienda per produrre questo tipo di scarpa, comodissima per giocare a pallacanestro.

Non solo, quindi, aiutò nella produzione, ma girò tutta l’America per promuovere il prodotto, e finanziò anche un annuario fotografico – il Converse Basketball Yearbook – dove apparivano tutti i giocatori che avevano indossato le Converse durante i campionati di basket: la promozione ebbe un tale successo che, da quel giorno, quel particolare modello prese il nome di Chuck Taylor, e il loro successo andò molto oltre lo sport, diventando in pochissimi anni uno status symbol.

La strabiliante diffusione delle Converse di deve anche alla cultura pop degli anni Settanta/Ottanta, quando le mitiche scarpe furono indossati da idoli musicali come i Doors e i Pink Floyd, e in film iconici come Grease, Rocky e Happy Days.  Dal 2001 il marchio Converse è di proprietà della Nike, e ancora oggi rappresentano un vero simbolo, e sono ancora amatissime in tutto il mondo.

Tutti i modi di allacciare le Converse

Una delle caratteristiche principali delle Converse sono le stringhe bianche, molto lunghe e per questo adatte a essere allacciate in tanti modi diversi. Sia che usiate i lacci originali, sia che scegliate di sostituirli con qualche modello originale a vostra scelta, ecco qualche idea per allacciarle le Converse:

  • Criss Cross. È il metodo più classico, quello con cui si trovano le scarpe al momento dell’acquisto: prevede che i lacci siano intrecciati a x passando da un foro all’altro.
  • Over Under. Simile al precedente, prevede sempre un intreccio tra un occhiello e l’altro, ma in questo caso la prima stringa è all’esterno della scarpa, e non all’interno (vedi foto copertina).
  • Senza fiocco. Questo è il metodo che va più di moda negli ultimi anni: l’intreccio può essere eseguito come si preferisce, ma alla fine l’estremità non si annoda sul collo del piede con un fiocco, ma i lacci sono nascosti dietro la caviglia, o legandoli dietro la linguetta.