Abbastanza piccola da essere visitabile a piedi, e piena di opere d’arte in ogni angolo: Brescia è ancora fuori dalle grandi rotte turistiche ed è una delle città più antiche della Lombardia, fondata addirittura dai RomaniConosciuta anche col nome di Leonessa d’Italia – per la sua eroica resistenza contro l’esercito austriaco – Brescia per le sue bellezze è diventata parte del Patrimonio dell’UNESCO nel 2011.

Prima di scoprire cosa vedere a Brescia, è il caso di dire che la città è davvero facilissima da raggiungere: in automobile si arriva con comodità grazie alla sua posizione strategica sull’asse A4 Milano – Venezia. Inoltre ha una stazione dei treni servita sia da collegamenti regionali sia alta velocità, che permettono di raggiungerla dalle principali città italiane, ed è anche servita da quattro aeroporti, ovvero quelli di Bergamo, Verona, Milano Linate e Milano Malpensa.

Essendo piuttosto a nord, gennaio è il mese più freddo dell’anno, mentre l’estate è molto afosa e calda: ecco perché i periodi migliori per visitarla sono la primavera e l’autunno, quando il tempo è ancora buono ma non è né troppo caldo né troppo freddo.

Il Castello di Brescia

Maestosa fortezza simbolo della città, il Castello di Brescia è perfettamente conservato ed è uno dei più grandi d’Italia. Domina la cittadina dall’alto del suo colle, e fu costruito in epoca medievale sopra un antico insediamento romano: oggi, con un biglietto cumulativo, oltre alle varie zone del castello è possibile visitare anche il Museo del Risorgimento e il Museo delle Armi, dove è raccolta una delle collezioni di armi e armature più complete d’Europa.

Piazza della Loggia

È il luogo di ritrovo preferito dai bresciani, e deve il suo nome allo splendido palazzo del comune, detto appunto La Loggia. Bellissima anche la maestosa Torre dell’Orologio realizzata nel 1540 e famosa per i Matti delle Ore, due grandi statue di bronzo che ancora oggi colpiscono la campana, oltre che per il grande orologio meccanico che indica anche segni zodiacali e fasi lunari.

Il Tempio Capitolino

Parte del complesso romano insieme al Teatro e al Foro – le rovine romane più importanti del Nord Italia e Patrimonio UNESCO dal 2011 – è una testimonianza viva dell’antichità di questa zona: sulla fronte del tempio un’iscrizione in latino lo data al 73 d.C., e all’interno si possono ancora ammirare i meravigliosi pavimenti di marmi policromi.

Teatro Grande

Il più importante teatro della città, fondato nel 1640 e, dalla fine dell’Ottocento, sede delle più celebri opere liriche italiane: qui, ad esempio, ci fu la Prima della “Madama Butterfly” di Puccini. Da visitare la sfarzosa sala con palco, con il soffitto riccamente affrescato, la sala delle statue, il salone della scenografia e il bellissimo foyer.

Brescia Underground

I tesori di Brescia continuano anche nel sottosuolo: grazie all’associazione Brescia Underground, infatti, è possibile partecipare a una serie di percorsi per scoprire cosa si nasconde sotto il livello della strada. Il tour principale dura due ore e porta alla scoperta di fiumi, canali e rogge proprio sotto la città, ma è molto interessante anche quello proposto dall’associazione speleologica bresciana, che porta a scoprire i sotterranei del Castello tra torri, gallerie e bastioni.