L’attesa di un secondo bambino è sempre un’emozione unica e irripetibile, nonostante si sta per diventare mamme per la seconda volta. L’esperienza si è già vissuta, ma una nuova gravidanza porta sempre con sé non solo nuove emozioni da vivere ma anche nuove paure e dubbi. Per questo è bene essere preparati nell’affrontare con serenità gestazione e parto.

La prima gravidanza per una donna è un momento magico, è gioia, fatica, presa di coscienza dei cambiamenti che il proprio corpo farà, convivenza con nuove emozioni. Nove mesi di viaggio, durante i quali la donna si appresterà a scoprire cosa vuol dire diventare madre.

Per la successiva gestazione sebbene già si siano affrontati i nove mesi, il dolore del parto e il sentimento incondizionato per il proprio piccolo, cambieranno il modo con cui la donna guarderà sé stessa, le trasformazioni che il proprio corpo subirà e le sue reazioni.

Differenza tra la prima e seconda gravidanza

Il primo cambiamento che una donna noterà sarà il volume della pancia. Se nella prima gravidanza è trascorso qualche mese prima che si notasse il pancione, per la seconda invece questo comparirà prima. Il motivo è legato alla conseguenza di ciò che è avvenuto nella prima gravidanza: i muscoli si sono dilatati per consentire all’utero di crescere. Da allora sono diventati più elastici e più facilmente si adattano ai cambiamenti.

Anche le sensazioni avvertite cambiano. La donna diventa più sensibile, gli sbalzi d’umore saranno minori perché nella seconda gravidanza saprà gestirli meglio, e cambieranno le preoccupazioni. Se prima la donna era spaventata dal come affrontare la maternità, adesso sarà preoccupata sul come gestire il rapporto tra i due fratelli.

Ci saranno meno dubbi, perplessità e si affronteranno le cose meno ossessionate dalla perfezione ma sempre preoccupate per la ripresa post-parto.

Le gravidanze successive alla prima durano di meno, le donne tendono a partorire anche qualche settimana prima rispetto al primo parto che sarà più facile, ma con i dolori talvolta più fastidiosi. Anche l’allattamento risulterà più semplice in quando ormai la donna conosce le tecniche e le giuste posizioni da adottare.

Come prepararsi alla seconda gravidanza?

Ciò che una mamma deve fare, è preparare il primo figlio all’arrivo del fratellino o della sorellina. È importante che il primogenito non sia geloso nei confronti del nuovo arrivato e che non lo percepisca come “una minaccia” per i suoi giochi o per il tempo che gli sottrarrà, abituato ad avere la mamma tutta per sé.

Vedere i genitori e i parenti concentrati sul nuovo arrivato può provocare una sofferenza nel primogenito che bisogna essere in grado di fronteggiare. È necessario aiutarlo coinvolgendolo per tutto il periodo della gestazione, nei preparativi e spiegandogli cosa succederà al termine dei nove mesi.

Subito dopo il parto è bene preparare psicologicamente il primogenito all’incontro con il fratellino o la sorellina, magari dandogli un regalo non appena sarà avvenuto l’incontro.

Coccolate entrambi i figli allo stesso modo, ascoltate, capite e siate sempre presenti per il primogenito anche se il nuovo arrivato necessiterà di molte attenzioni.