Il Modello RLI (Registrazione Locazioni Immobili), viene richiesto all’Agenzia delle Entrate per registrare i contratti di locazione e di affitto, riportando anche varie comunicazioni riguardo all’affitto degli immobili, come proroghe o subentri.

I dati del Modelli RLI

Nel Modello RLI deve essere compilato registrando il codice fiscale, e quattro sezioni importanti. La prima, denominata Quadro A, comprende le varie locazioni degli immobili (suddivisi per uso), gli affitti, i pagamenti inerenti a questi ultimi, i casi particolari etc.

Nel Quadro B sono riportati i dati del locatore e del conduttore (nomi, Comune di nascita, codici fiscali, soggettività IVA, etc). Il Quadro C, invece, riporta i dati degli immobili, ed il Quadro D le locazioni ad uso abitativo ed opzione/revoca cedolare secca.

Le sezioni riportate, comprendono solo una parte di quelle compilate. Una seconda sezione comprende degli adempimenti successivi, ovvero delle operazioni che non riguardo la registrazione dei contratti, come l’adesione al regima di cedolare secca o la comunicazione dei dati catastali degli immobili affitati o ceduti in locazione. Questa parte del modella va compilata solo in seguito al pagamento dell’imposta di registro annuale.

Una terza sezione riguarda il richiedente, ovvero dove inserire i dati anagrafici e la firma di chi chiede di registrare un contratto, o di ne provvede agli adempimenti in seguito, come un intermediario o un rappresentante legale.

Dove trovare online il Modello e come editarlo

Ormai, il Modello RLI e qualsiasi altro modello rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, è disponibile online, sul sito ufficiale di quest’ultima.

Per farlo, si può andare sulla pagina RLI web, che permette di registrare online, senza installare dei software, i contratti di locazione. Per farlo, bisogna allegare delle copie dei contratti (in PDF, TIF o TFF). Tuttavia, non è necessario, se è una locazione di tipo abitativo, il contratto è stipulato solo da dei soggetti fisici, senza l’intermediazione di imprese, il numero dei locatori arriva fino a tre, etc.

A questo modello, oltre ai contratti, si possono allegare anche altri documenti, se necessari, come le planimetrie dell’immobile o certificazioni energetiche APE.

Sempre online è possibile trovare il Modello RLI editabile 2018, una guida completa su come compilare il Modello RLI per i contratti di locazione che vengono affittati per usi commerciali ed abitativi.

Qualsiasi informazione su questi modelli si può trovare sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, ma ci si può rivolgere anche a dei professionisti (come i commercialisti), se non si è sicuri di compilarli da soli nella maniera corretta.