Riunione notturna di diavoli, anime e streghe: in una sola definizione “tregenda”. Con questo termine, infatti, si indica una tipologia di sabba di streghe. L’etimologia della parola, secondo alcuni, deriverebbe da “trecento” che in latino al plurale neutro veniva detto “trecenta”. Infatti, proprio questo è il numero che indica i fuochi fatui dei cimiteri. Per altri, invece, tregenda sarebbe un adattamento del cognome di Bettina Treghendij, una fattucchiera bulgara del Seicento che si rese protagonista di alcuni sabba. Details